Un’estate al mare, weekend in Montenegro a Luštica Bay

  • By Luštica Bay
  • 16 Jul, 2013

Il selezionato viaggio stampa in volo sul Mar Adriatico offre l’occasione per concedersi un weekend di fine giugno alla scoperta in anteprima di una terra promessa del turismo mondiale. In questo scacchiere si inserisce  il progetto di Lustica Bay , protagonista principale di questa breve e agognatissima trasferta.

Il tragitto in macchina che ci separa dalla meta è un gioco di tornanti avvolti dalle montagne, con felicissimi affacci su spiagge generose e deserte. Scivoliamo lungo Budva, il cui cuore antico oggi convive con un’anima più edonistica e gaudente, qui le notti confluiscono nel giorno in un afterhour che dura l’estate intera.

Giungiamo a Tivat, nel piccolo albergo affacciato sul mare che sarà la nostra casa per le prossime 2 notti. Il tempo di posare le valige ed è subito tempo di raggiungere il Maestral, consigliatissimo ristorante sulla baia. Vista mozzafiato, brezza leggera, ottima cantina di vini locali e pesce freschissimo. Il miglior inizio, insomma!

Dopo pranzo, Luštica Bay si spalanca davanti ai nostri occhi ebbri di luce e salsedine. Meraviglioso ossimoro terra-mare dove non esistono mezzi toni. Un progetto disegnato per preservare questo patrimonio, ammettendovi quelle anime sensibili e bucoliche che sapranno apprezzare il valore aggiunto di una  vita sana , tranquilla ma non meno entusiasmante.

La visita alla vecchia Kotor è un must il sabato, per attraversare le bancarelle del mercato locale: d’obbligo comprarvi la frutta! Ritroviamo sapori assoluti, da noi ormai anestetizzati dal triste banco dei supermercati…

Ci è stato poi concesso il privilegio di una crociera lungo il perimetro della baia di Kotor a bordo di un mezzo d’eccezione: il Valeria, gioiello della nautica firmato Riva che ospitò il broncio biondo di Brigitte Bardot.

Il Montenegro mantiene una natura mite: la gente è affabile e gentile, il paesaggio  assolutamente variabile , ma senza strappi. Al termine di una giornata di mare resta un piccolo rito per sentirsi a casa: condividere un bicchiere di Rakia, rigorosamente one shot.

Quando è il tempo di rientrare all’altro capo dell’Adriatico un pensiero si fa strada in tutti noi: questo è solo un arrivederci. E se pensate che stiamo esagerando, bhè, date un’occhiata voi stessi!

Share by: